Oggi è lun 18 giu, 2018 12:16 am

Tutti gli orari sono UTC+02:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Ciao Pietro
MessaggioInviato: gio 21 mar, 2013 3:56 pm 
Non connesso
ma é lui o non é lui?
Avatar utente

Iscritto il: ven 29 giu, 2007 2:57 pm
Messaggi: 2933
Immagine

:loziotazio:


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Ciao Pietro
MessaggioInviato: gio 21 mar, 2013 4:16 pm 
Non connesso
Fine Esegeta
Avatar utente

Iscritto il: gio 29 mar, 2007 9:13 am
Messaggi: 2815
Località: capitanato di rapallo
R I P

Però questi atleti che se ne vanno così prematuramente fanno riflettere :cry:

E per essere chiaro non penso solo al doping, ma anche allo sforzo fisico prolungato, agli stress etc.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Ciao Pietro
MessaggioInviato: gio 21 mar, 2013 5:05 pm 
Non connesso
Anonimo Varesotto
Avatar utente

Iscritto il: mar 15 mar, 2005 3:44 pm
Messaggi: 4773
Località: Cassano Magnago City, vicino a casa di Fary
nanni ha scritto:
R I P

Però questi atleti che se ne vanno così prematuramente fanno riflettere :cry:

E per essere chiaro non penso solo al doping, ma anche allo sforzo fisico prolungato, agli stress etc.


L'ho pensato anch'io, ma principalmente per il doping.
In ogni caso RIP. :cry:

_________________
"Un giorno anche la guerra si inchinerà al suono di una chitarra" Jim Morrison


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Ciao Pietro
MessaggioInviato: gio 21 mar, 2013 5:35 pm 
Non connesso
ma é lui o non é lui?
Avatar utente

Iscritto il: ven 29 giu, 2007 2:57 pm
Messaggi: 2933
Non capisco il senso di queste affermazioni, a parte che non si tratta di una morte "prematura".

da sportmediaset.it

Cita:
Lo sport italiano è in lutto. E' morto in una clinica di Roma, all'età di 61 anni, Pietro Mennea, ex velocista azzurro, olimpionico a Mosca 1980 e primatista mondiale dei 200 metri piani dal 1979 al 1996 con il tempo di 19"72. Da tempo Mennea, originario di Barletta, lottava contro un male incurabile. Il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò ha subito disposto l'allestimento della camera ardente nella sede del Coni, a Roma.

Mennea, che è morto in una clinica romana può essere considerato uno degli atleti più decorati nella storia dello sport italiano. Nato il 28 giugno 1952, a Barletta, per 17 anni è stato detentore del primato mondiale dei 200 metri, stabilito alle Universiadi di Città del Messico, nel 1979.
Partecipò alla rassegna da studente in scienze politiche e polverizzò il precedente record che apparteneva a Tommie Smith. Un altro statunitense, Michael Johnson gli strappò il primato alle Olimpiadi di Atlanta, nel 1996.
Soprannominato la 'Freccia del sud', tutt'ora detiene il primato europeo e italiano dei 200 metri. nel 1980, a Mosca, con una straordinaria rimonta, conquistò la medaglia d'oro, sempre nei 200 metri, che si somma ai quattro titoli europei, a un argento e un bronzo ai Mondiali, ma anche ad altri due bronzi olimpici, il primo dei quali conquistato sulla pista di Monaco di Baviera ai Giochi del 1972, nella gara vinta dal sovietico Borzov.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Ciao Pietro
MessaggioInviato: gio 21 mar, 2013 6:53 pm 
Non connesso
Fine Esegeta
Avatar utente

Iscritto il: gio 29 mar, 2007 9:13 am
Messaggi: 2815
Località: capitanato di rapallo
dam ha scritto:
Non capisco il senso di queste affermazioni, a parte che non si tratta di una morte "prematura".



Il senso delle mie affermazioni è abbastanza chiaro.......doping e stress psicofisici=malattie degenerative....che poi le mie fossero solo riflessioni e non argomentazioni scientifiche te ne do ampiamente atto


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Ciao Pietro
MessaggioInviato: ven 22 mar, 2013 8:04 am 
Non connesso
Colonnello Bernacchia
Avatar utente

Iscritto il: gio 09 set, 2004 11:36 am
Messaggi: 25127
Località: Colline di FI
Personaggio "ruvido" con grande volontà !!!!

Detiene ancora il record Europeo sui 200 !!!! PAZZESCO !!!!

Anche a me è passata per la testa l'idea che l'insorgere di un tumore possa essere "con-causato" dalle sostanze assunte nel periodo di piena attività dell'atleta, ma potrebbero essere tutte fregnacce, visto, purtroppo, la grande incidenza statistica di questa malattia.

Comunque è stato uno dei più grandi atleti italiani.
Onore a lui e riposi in pace !!!! :osanna:

Immagine
Immagine

_________________
METEOROLOGO E CONSULENTE CINOFILO

ImmagineImmagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Ciao Pietro
MessaggioInviato: ven 22 mar, 2013 9:02 am 
Non connesso
Anonimo Varesotto
Avatar utente

Iscritto il: mar 15 mar, 2005 3:44 pm
Messaggi: 4773
Località: Cassano Magnago City, vicino a casa di Fary
nanni ha scritto:
Il senso delle mie affermazioni è abbastanza chiaro.......doping e stress psicofisici=malattie degenerative....che poi le mie fossero solo riflessioni e non argomentazioni scientifiche te ne do ampiamente atto


older ha scritto:
Anche a me è passata per la testa l'idea che l'insorgere di un tumore possa essere "con-causato" dalle sostanze assunte nel periodo di piena attività dell'atleta, ma potrebbero essere tutte fregnacce, visto, purtroppo, la grande incidenza statistica di questa malattia.


:x

_________________
"Un giorno anche la guerra si inchinerà al suono di una chitarra" Jim Morrison


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Ciao Pietro
MessaggioInviato: ven 22 mar, 2013 11:39 am 
Non connesso
ex-contatore ufficiale del motobar
Avatar utente

Iscritto il: sab 25 set, 2010 1:18 pm
Messaggi: 981
ICQ: 21939383
se proprio vogliam fare ipotesi, parliamo di allenamenti massacranti....mennea è diventato famoso per fare una vita massacrante: si allenava 350 giorni l'anno, e l'allenamento (preso da http://www.runningforum.it/viewtopic.php?f=1&t=15275):
Allenamento di pietro mennea nell inverno 78-79
Lunedi 14 novembre
Mattina 9,35 -11,05
Riscaldamento di 20 minuti
Pesi :squat max
Kg 80 x30 -90x2-190x1-100x1-100x2
Divaricate sul piano saggitale sul posto con kg 20
Kg:20x10 -20x10-20x10
Esercizi di compensazione :flessioni rapide ginocchia al petto busto inclinato +corsa rapida circolare +skip rapidi +corsa calciata dietro molto rapida
Pomeriggio :15,10-18,15
Riscadamento di 30 minuti ;2x100 in allunghi
Corsa balzata 4x60 :8.20-7.85-7,78-7.76 tre minuti di pausa (24 balzi)
Resistenza alla velocità (5x60)-(5x60)-(5x60)-(5x60)recupero di 1,30
Tempi :7.00-6.80-6.77-6,80-6,75 -7 minuti di pausa
Tempi :7.00-6,94-6,84-6,80-6,68-7 minuti di pausa
Tempi:6,84-6,84-6,70-6,76-6,,68-7 minuti di pausa
Tempi:6,87-6,88-6,74-6,74-6,75-7 minuti di pausa
Resistenza velocità lattacida sui 150 -200-250
(150-200-250)-(250-200-250)-(150-200-250)
17,4-24,22-31,70 -31,2-24,45-17,55- 17,75-24,7-32,4
Tra le serie di recupero 15 minuti
Tra le prove di recupero 3 minuti

...su 365 giorni l'anno, tutti di allenamento, ne saltavo solo 15..."---"...quelli che si allenavano con me, non reggevano il ritmo, se ne andavano dopo un anno, sfatti. Quando Vittori nei convegni mostrava il programma di lavoro gli chiedevano: ma chi ha fatto queste cose è ancora vivo?..."


Top
   
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC+02:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net

aggiungi foto motomondiale su igoogle
aggiungi foto PitGirls su igoogle