Oggi è mer 15 ago, 2018 3:31 pm

Tutti gli orari sono UTC+02:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 71 messaggi ]  1 2 3 4 5
Autore Messaggio
MessaggioInviato: gio 10 lug, 2014 2:35 pm 
Non connesso
Colonnello Bernacchia
Avatar utente

Iscritto il: gio 09 set, 2004 11:36 am
Messaggi: 25160
Località: Colline di FI
Argentina batte Olanda ai rigori .... partita noiosissima e non giocata .... :noia:


FINALE GERMANIA - ARGENTINA !!!!!

Scontro tra papi !!!!!

Immagine

Il favorito è il tedesco, ma l'argentino potrebbe sorprendere !!!!! :-o

_________________
METEOROLOGO E CONSULENTE CINOFILO

ImmagineImmagine


Top
   
MessaggioInviato: gio 10 lug, 2014 8:23 pm 
Non connesso
Fine Esegeta
Avatar utente

Iscritto il: gio 29 mar, 2007 9:13 am
Messaggi: 2825
Località: capitanato di rapallo
Older ha scritto:
Argentina batte Olanda ai rigori .... partita noiosissima e non giocata .... :noia:


FINALE GERMANIA - ARGENTINA !!!!!

Scontro tra papi !!!!!

Immagine

Il favorito è il tedesco, ma l'argentino potrebbe sorprendere !!!!! :-o

Una sfida al calor bianco :-D


Top
   
MessaggioInviato: gio 10 lug, 2014 11:06 pm 
Non connesso
chesadafapecampà!
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 ago, 2004 1:00 am
Messaggi: 53555
Località: Copacabana, dove la donna è regina la donna è sovrana
SETTE A UNO

Il Brasile é a lutto.
Il Brasile sta piangendo di dolore e di rabbia.
Il Brasile piange per la vergogna della disfatta della "selecao" di futtebbolle.

Per fortuna non siamo arrivati agli eccessi del 1950, con tanto di suicidi per la sconfitta 2-1 nella finale con l' Uruguay al Maracaná, ma si son pur sempre visti parecchi autobus dati alle fiamme e qualche negozio saccheggiato, il tutto come forma di "protesta" per la cocente delusione.
Nel frattempo in TV, sui giornali, in internet, nei bar e per le strade i brasiliani non smettono di cercare una spiegazione al 7-1, e insieme alla spiegazione cercano un colpevole.
Che ovviamente é stato subito individuato: il tecnico della selecao in primis, seguito a ruota dagli 11 giocatori.
Da tutte le parti qui non si parla d' altro che degli errori nelle tattiche, strategie, formazioni, tecniche di gioco, mancanze del centro campo e buchi nella difesa, e un mucchio di altre spiegazioni tecniche, di storie da addetti ai ai lavori, perché é ovvio che in momenti simili tutti i 200 milioni di Brasiliani diventano tecnici, e tutti sanno dove come quando e perché é stato commesso l' errore.
E tutti a dire in coro che questa seleção é da rifare e rifondare, che Scolari deve essere cacciato e i giocatori cambiati. Crucifige!, crucifige!

Ma a quanto pare nessuno qui si domanda come sia possibile che la selecao abbia disimparato tutto d' un botto come si gioca a pallone,
quella stessa selecao che fino al giorno prima tutti ritenevano giá campione del mondo, con le mani giá sulla coppa, quella stessa selecao che non perdeva una partita da non so quanto tempo, quella stessa selecao che appena un anno fa ha vinto la Coppa delle Confederazioni.
E nessuno qui in Brasile si domanda se certe spiegazioni tecniche siano sufficienti a spiegare come sia possibile che una Germania che aveva pareggiato col Gana e sudato le sette camice per vincere 1-0 gli USA e l' Algeria faccia invece polpette della pluricampionessa Verde-Oro.

E vabbé, ve lo dico io, io che di futtebbolle non capisco una cippa, che non ne voglio capire e me ne frego di chi ne capisce.

Perché io non capisco di futtebbole, ma capisco qualcosina di esseri umani, e forse il mio non capire una mazza di futtebbole mi aiuta a vedere piú chiaro e piú in lá, oltre le tecniche e le formazioni.
Perché qualche cosa io l' ho vista in quella partita, e oltre.

Ho visto che la responsabilitá della disfatta non va cercata appena in campo, ma nel Brasile tutto.

Perché i veri responsabili di questa sconfitta secondo me sono i 200 milioni di Brasiliani, a partire dalla presidente della repubblica per finire con l' ultimo dei mendicanti, perché tutti i Brasiliani (o quasi) per mesi e mesi non hanno fatto altro che vendere le pelle dell' orso prima di averlo preso.

La Presidentessa ha ripetuto non so quante volte che questa sarebbe stata la "Copa das copas", una specie di madre di tutte le coppe del mondo, e fatte salve poche migliaia di Brasiliani lungimiranti che dissentivano, tutti gli altri hanno applaudito fino a spellarsi le mani.
E cosí i politicanti hanno speso e spanto miliardi e miliardi per fare gli stadi nuovi, molti dei quali vere e proprie cattedrali nel deserto, mentre il paese aveva invece bisogno di scuole e ospedali degni di questo nome. I padroni del vapore si sono dimenticati, e han cercato di far dimenticare al popolo, che la "vergogna" non é perdere una partita di pallone, ma é l' avere ospedali che sembrano lazzeretti e scuole che sono peggio di stalle.
Ma i capoccioni hanno fatto tesoro del vecchio detto romano "panem et circenses", e hanno abbindolato 200 milioni di Brasiliani con l' illusione della Coppa del Mondo di futtebbolle.
E i Brasiliani non aspettavano altro che farsi abbindolare, ed é stato tutto un proliferare di magliette giallo verdi, di bandierine e gagliardetti in ogni angolo delle cittá, di musichine e di marcette, di pubblicitá televisive, una vera miriade di messaggi subliminali o proprio espliciti che dicevano "abbiamo giá messo le mani sulla Coppa! La coppa é nostra!"
Tutti ci hanno creduto, e hanno venduto la pelle dell' orso prima di averlo catturato.

Ma tutto questo "mangiare l' uovo in culo alla gallina" di riflesso ha avuto l'effetto di caricare le spalle dei calciatori della selecao con un fardello immane di responsabilitá.
In pratica gli 11 in campo sono stati trasformati anzitempo negli 11 salvatori dela patria, a loro é stato deputato la difesa dell' onore della nazione, a loro é stato chiesto di andare a prendere quella coppa che tutti i Brasiliani ritenevano giá propria.

Ma quegli 11 altro non erano che ragazzi poco piú che ventenni, che fino a che tutto é andato per il verso giusto hanno fatto del loro meglio, hanno sopportato la pressione, sono stati al gioco impostogli da 200 milioni di persone per le quali il futtebbole é la cosa piú importante del mondo.
Si, proprio cosí, perché é inutile che oggi molti brasiliani piú o meno illustri vengano a dire ai propri figli che al mondo ci sono cose piú importante del futebbolle, perché non era questo il messaggio che davano fino a ieri a figli e popolo quando decretavano giorno festivo nazionale tutte le volte che giocava la seleção, e addirittura festivitá locale tutte le volte che c' era una qualunque altra partita dei mondiali in questa o quella cittá.
Qui a Rio da quando sono iniziati i mondiali non si é piú riusciti a fare nulla, perché ogni volta che c' era in TV una partita della seleção o quando al maracaná c' era una qualsiasi altra partita la cittá si fermava, chiudevano scuole, banche, poste, uffici, ambulatori pubblici e quant' altro.
Mi spiace, ma dalle mie parti non é cosí che si insegna ai propri figli che al mondo ci sono cose piú importanti del futtebbolle!

E, insegnamenti a parte, tutto questo clima di festa e di vittoria si é accumulato sulle spalle e nella testa dei ragazzi della selecao, che finché tutto é girato per il verso giusto giusto hanno fatto il possibile e l' impossibile ...
ma poi un bel giorno succede che il loro capitano Thiago Silva viene sospeso per una partita, e il fuoriclasse Neymar non puó giocare per infortunio!
E, con la complicitá di TV, stampa e opinione pubblica che si strappano i capelli per queste assenze, alcune piccole crepe cominciano ad aprirsi nella sicurezza dei ragazzi della selecao.
Che entrano titubanti in campo contro la granitica Germania, che come un branco di lupi della foresta nera annusa l' aria e sente odor di paura, e ai 10' del 1º tempo azzanna il Brasile.

E sul morso dell' 1-0 la sicurezza della seleção comincia a fare acqua.

Immaginatevi quegli 11 ragazzi con addosso gli occhi di 200 milioni di brasiliani, immaginatevi cosa devono aver pensato quando la Germania ha fatto il primo gol: "Il Brasile ci guarda ..... Qui o recuperiamo alla svelta o siamo fottuti ... Il Brasile vuole la coppa, dobbiamo reagire .... Non possiamo perdere, non qui in Brasile" e mille altri pensieri simili.
Ma, approfittando dello sbandamento della selecao, i lupi tedeschi azzannano ancora al 20', ed é l' inizio della fine: la selecao va in bambola, cadono le braccia e le gambe diventano di piombo. É la catastrofe.

Quegli 11 ragazzi non hanno scordato tutt' un colpo come si gioca a pallone, no, molto piú semplicemente sono andati "nel pallone", si sono trasformati in zombie che in pochi minuti beccano altri 3 gol.

Sbaglio? Ma allora ditemelo voi, cosa altro puó aver causato questo vero e proprio black-out se non il peso della eccessiva responsabilitá che all' improvviso si é fatta immane e insostenibile.

Non per nulla quando inizia il secondo tempo la selecao sembra reagire, forse potrebbe addirittura fare tre gol ma la palla non entra mai, il brasile continua ad attaccare e si scopre, e la germania ne infila altri due, poi sul finire il brasile segna il gol della bandiera.

Secondo tempo 2-1.
Ecco, questo si é un risultato accettabile e ragionevole: la palla é tonda e ci sta che la Selecao perda 2-1 dalla Germania.
2-1 si, ma non 7-1!
La selecao, quella vera, é quella del secondo tempo, non quella del primo!
Quella del primo tempo é una squadra di ragazzini schiacciati dal peso di una responsabilitá troppo piú grande di loro, una responsabilitá che gli é stata data da 200 milioni di Brasiliani, che gli hanno chiesto a gran voce la Coppa sicuri che giá fosse sua, 200 milioni di brasiliani che hanno cantato vittoria troppo presto, 200 milioni di Brasiliani per i quali la cosa piú importante del mondo é quel maledetto gioco del pallone, 200 milioni di brasiliani che si ricordano di essere una nazione solo quando la selecao gioca e che si inorgogliscono di essere brasiliani solo quando la seleçao vince, perché se perde spengono le televisioni e lasciano lo stadio avanti tempo, e nell' ora della sconfitta rinnegano la seleçao come Pietro rinnegó Gesu Cristo, cercado un colpevole tra quei ragazzi, quando invece il vero responsabile della sconfitta sono loro e il loro fanatismo per il futtebbolle.

Ecco perché io assolvo la Selecao e condanno il Brasile, i Brasiliani e un certo modo di intendere il futtebbolle (che, badate bene, purtroppo esiste anche a casa nostra!).
Ed ecco perché sabato tiferó per la Selecao, sperando con tutto il mio cuore che vinca la partita contro l' Olanda e mandi cosí un messaggio al Brasile e ai Brasiliani: "Ecco qua i ragazzi della selecao che avete crocifisso e rinnegato, siamo qui a dirvi che il futtebbolle é appena un gioco, un gioco da ragazzi!"

_________________
Lo Zio Tazio
Immagine
"Io vi daró tutto ... basta che non domandiate nulla!"


Top
   
MessaggioInviato: ven 11 lug, 2014 3:42 am 
Non connesso
chesadafapecampà!
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 ago, 2004 1:00 am
Messaggi: 53555
Località: Copacabana, dove la donna è regina la donna è sovrana
http://sadbrazilians.tumblr.com/

_________________
Lo Zio Tazio
Immagine
"Io vi daró tutto ... basta che non domandiate nulla!"


Top
   
MessaggioInviato: lun 14 lug, 2014 10:02 am 
Non connesso
Colonnello Bernacchia
Avatar utente

Iscritto il: gio 09 set, 2004 11:36 am
Messaggi: 25160
Località: Colline di FI
HA VINTO LA GERMANIA !!!!!!! :osanna: Immagine

Quelli con i capelli meno strani, con meno creste e passatine varie, e con meno tatuaggi!!!! :-o
Che sia la rivincita della razza ariana? :-o :-o Immagine


Peccato per l'Italia che è stata veramente ad un passo dalla vittoria ....
Bastava avesse pareggiato con l'Uruguay e poi vinto le altre 3 o 4 partite e la coppa sarebbe stata nostra !!!!! :uffa:

_________________
METEOROLOGO E CONSULENTE CINOFILO

ImmagineImmagine


Top
   
MessaggioInviato: lun 14 lug, 2014 10:04 am 
Non connesso
Colonnello Bernacchia
Avatar utente

Iscritto il: gio 09 set, 2004 11:36 am
Messaggi: 25160
Località: Colline di FI
E ora per il BRASILE niente soste !!!!!

Finiti i mondiali si ricomincia con le Olimpiadi !!!!!

Speriamo solo che con tutte queste strutture dai costi galattici non faccia la fine della Grecia dopo le Olimpiadi .... :tie:

_________________
METEOROLOGO E CONSULENTE CINOFILO

ImmagineImmagine


Top
   
MessaggioInviato: lun 14 lug, 2014 3:42 pm 
Non connesso
chesadafapecampà!
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 ago, 2004 1:00 am
Messaggi: 53555
Località: Copacabana, dove la donna è regina la donna è sovrana
"Chesadafapecampá!"

Immagine

_________________
Lo Zio Tazio
Immagine
"Io vi daró tutto ... basta che non domandiate nulla!"


Top
   
MessaggioInviato: gio 14 mag, 2015 3:54 pm 
Non connesso
Colonnello Bernacchia
Avatar utente

Iscritto il: gio 09 set, 2004 11:36 am
Messaggi: 25160
Località: Colline di FI
Older ha scritto:
E ora per il BRASILE niente soste !!!!!

Finiti i mondiali si ricomincia con le Olimpiadi !!!!!

Speriamo solo che con tutte queste strutture dai costi galattici non faccia la fine della Grecia dopo le Olimpiadi .... :tie:



ops .... :-o :-o :-o :-o

Cita:

http://www.corriere.it/sport/15_maggio_ ... 677f.shtml

DA CUIABA’ A MANAUS, DA NATAL A BRASILIA
Gli stadi del mondiale brasiliano? Rifugi per homeless e depositi di bus

Ecco cosa è successo negli impianti di città che non hanno grande tradizione calcistica. Il problema è che sono stati investiti milioni di reais e non hanno generato alcun ritorno


di Matteo Cruccudi

Le profezie che si inverano per eccesso: molti temevano che, finita la sarabanda mondiale, molti degli stadi brasiliani, costruiti apposta per l’evento, sarebbero diventati delle cattedrali nel deserto. Perché il torneo non si è giocato solo nelle capitali del futebol come Rio o San Paolo, ma anche in città dove il pallone fatica a rotolare nelle serie minori. Vedi Manaus in Amazzonia o Cuiaba nel remoto Pantanal.

Deposito per autobus
No, la profezia è andata oltre. Perché ormai molti degli impianti non solo sono deserti da allora, ma vengono utilizzati per tutt’altro. A partire dal Garrincha della capitale Brasilia: lo stadio è costato la bellezza di oltre 500 milioni di Euro, il più caro di tutti per una metropoli che non ha alcuna tradizione calcistica. Fatto sta, che a quasi un anno dalla fine del torneo, le squadre locali non riuscivano ad andare oltre i 5000 paganti. Considerata la capienza di 70000, si capisce l’effetto devastante di vuoto che rimbomba intorno al campo di gioco. Così l’amministrazione comunale, per dargli un senso, ha deciso di trasformarlo in un parcheggio di autobus.

Feste per bambini
Ma non è l’unico caso: nel Nord Este, l’Arena das Dunas di Natal, luogo che rimarrà per sempre infausto alle nostre latitudini, visto che vi venimmo malamente eliminati al primo turno dall’Uruguay, oggi viene affittata per banchetti nuziali e feste per bambini. Dove invece sembrava mettersi bene, l’Amazonas di Manaus perché vi battemmo l’Inghilterra, non si gioca più: gli autoctoni del Nacional, abituati a scenari ben più piccoli, non possono permettersi l’enorme struttura e preferiscono disputare i match altrove.

Chiuso per manutenzione
Ma forse dove è andata ancora peggio è a Cuiabá, ai margini della foresta subtropicale: l’Arena Pantanal, praticamente abbandonata il giorno dopo l’ultimo incontro mondiale (Giappone-Colombia, il 24 giugno), prima è stato chiusa d’urgenza per manutenzione, ascensori e condizionatori rotti, poi gli spogliatoi sono diventati un rifugio per gli homeless della città. Insomma, una triste parabola annunciata. E costosissima. Milioni e milioni di reais i sono stati investiti (e tanti ancora se ne andranno per le prossime Olimpiadi di Rio, nel 2016) e nessun circolo virtuoso sembra essersi innestato. Il Brasile ne aveva davvero bisogno? Il dibattito è aperto.


_________________
METEOROLOGO E CONSULENTE CINOFILO

ImmagineImmagine


Top
   
MessaggioInviato: gio 14 mag, 2015 5:42 pm 
Non connesso
chesadafapecampà!
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 ago, 2004 1:00 am
Messaggi: 53555
Località: Copacabana, dove la donna è regina la donna è sovrana
É la cronaca di una morte annunciata, Older.

Personalmente, inascoltato profeta, prevedevo un simile destino per gli stadi molto prima della stessa Coppa,
perché era evidente a tutti, meno che ai soli fessi ottusi e miopi, che si trattava solo di cattedrali nel deserto create per celebrare le manie di grandezza della sinistra di Lula, Dilma e di tutti gli altri bellimbusti del PT (Partito dei Truffatori) e degli altri sinistri partiti di questo sinistro governo, bravi solo nel mungere le casse dello stato e nel rubare i soldi dalle tasche dei gonzi che gli danno il voto in cambio di elemosine assistenzialiste di stampo gramscista-bolivariano-populista-demagogico, condannandoli in cambio alla povertá e ignoranza perpetue, perché é dalla povertá e ignoranza delle masse che certi partiti populisti sanguisuga traggono forza per perpetuarsi al governo e continuare ad arricchirsi impunemente (Lula prima di diventare presidente era un sindacalista dal modesto salario, dopo 8 anni alla presidenza é uno degli uomini piú ricchi del brasile, con patrimonio personale stimato dalla rivista Forbes in 4 miliardi di dollari, e i suoi familiari, suo figlio in primis, hanno fatto altrettanta fortuna, alla facciaccia di tutti quei coglioni di elettori che gli han dato il voto ritenendolo il padre dei poveri!)

E questo degli stadi é nulla, al confronto degli altri scandali di questo sinistro governo (di cui ho perso il conto, in 8 anni di governo Lula e 4 di Dilma gli scandali sono spuntati come funghi, salvo rimanere 9 volte su 10 del tutto impuniti per via della classica collusione tra una certa parte politica e il giudiziario!) al confronto degli altri scandali di questo governo i soldi buttati via per gli stadi sono appena spiccioli!

E quando non rimangono impuniti, come il "Mensalao" che ha fatto finire in galera i vertici del PT, succede che, grazie alla collusione tra sinistre e magistratura, tempo 7 mesi tutti i condannati sono giá fuori, quando addirittura non sono giá coinvolti in nuovi scandali come quello del Petrolao (o "operação lava jato" che dir si voglia)!

Perché gli scandali veri non sono quelli di quattro stadi costati "pochi" milioni di dollari, gli scandali veri sono altri, vedasi lo scandalo miliardario del cosiddetto "petrolao", costato al Brasile qualcosa come 80-90 MILIARDI di Dollari, e nel quale sono coinvolti tutti i partiti della sinistra di governo, a partire dai burocrati per finire con i capi supremi, che per rubare 8 miliardi (sotto forma di tangenti ad personam o contributi illegali ai partiti per le loro faraoniche campagne elettorali) ne han fatti perdere alla compagnia petrolifera statale "petrobras" (e quindi al paese tutto!) dieci volte di piú!

Il risultato di tutti questi sprechi e di questo mal governo é che il Brasile si trova nella stessa situazione dell' Italia: disoccupazione crescente,
carico fiscale altissimo,
investimenti stranieri in caduta libera,
aziende che chiudono e si trasferiscono all'estero con conseguente deindustrializzazione,
impoverimento progressivo e inarrestabile della classe media (che essendo quella che produce é tartassata per poter rimpinguare le casse degli sprechi demagogico-populisti del governo),
welfare sempre peggiore (sanitá pubblica e scuole pubbliche ai minimi termini!),
servizi di pessima qualitá,
infrastutture fatiscenti,
sicurezza inestinte (50mila morti ammazzati con arma da fuoco all' anno, nemmeno l' Irak arriva a tanto!)

Brasile-Italia: le due facce della stessa moneta, due frutti dello stesso albero malato.

P.S.: e state attenti, la storia si ripeterá il prossimo anno con le Olimpiadi 2016 (anche queste volute a tutti i costi da Lula per celebrare i fasti del suo partito) con la costruzione di altre cattedrali nel deserto, altri sprechi faraonici, altri superfatturamenti e relative tangenti,
e il popolo bue applaudirá con faccia da ebete mentre i politicanti lo deruberanno una volta di piú,
perché Lula e i suoi sodali sono si dei gran farabutti, ma non son fessi!, e hanno imparato molto bene dagli antichi romani che per mantenersi al governo basta dare a quei coglioni di brasilioti "panem et circenses"

Immagine

_________________
Lo Zio Tazio
Immagine
"Io vi daró tutto ... basta che non domandiate nulla!"


Top
   
MessaggioInviato: ven 31 lug, 2015 10:43 am 
Non connesso
Colonnello Bernacchia
Avatar utente

Iscritto il: gio 09 set, 2004 11:36 am
Messaggi: 25160
Località: Colline di FI
Problema inquinamento marino per le Olimpiadi in Brasile?

Zio, ci confermi com'è l'acqua laggiù? :-o :-o :-o

Immagine

(PRENDERE) IL TIFO ALLE OLIMPIADI - LE ACQUE DI RIO SONO UNA FOGNA A CIELO APERTO, E TRA UN ANNO CI DOVRANNO NUOTARE GLI ATLETI E REMARE I CANOTTIERI - BACH (CIO): 'SONO UN PROBLEMA' - ASSOCIATED PRESS: LIVELLI INSOSTENIBILI DI BATTERI E FECI


http://www.dagospia.com/rubrica-30/spor ... 105979.htm

http://www.internazionale.it/foto/2015/ ... asile-foto

_________________
METEOROLOGO E CONSULENTE CINOFILO

ImmagineImmagine


Top
   
MessaggioInviato: ven 31 lug, 2015 7:52 pm 
Non connesso
chesadafapecampà!
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 ago, 2004 1:00 am
Messaggi: 53555
Località: Copacabana, dove la donna è regina la donna è sovrana
Confermo!

_________________
Lo Zio Tazio
Immagine
"Io vi daró tutto ... basta che non domandiate nulla!"


Top
   
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 71 messaggi ]  1 2 3 4 5

Tutti gli orari sono UTC+02:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net

aggiungi foto motomondiale su igoogle
aggiungi foto PitGirls su igoogle